Please, enable JavaScript on your browser
promotore territorio proloco eventi predore a predore - lombardia

 PROMOTORE TERRITORIO PROLOCO EVENTI PREDORE

PROMOTORE TERRITORIO
PROLOCO EVENTI PREDORE


PROLOCO EVENTI PREDORE

La pagina vuole essere una vetrina che riguarda le attivita' svolte dalla Proloco Eventi Predore a favore dello sviluppo delle attivita' turistiche, in particolare per quel che concerne i prodotti tipici dell'enogastronomia e dell'artigianato locale, le tradizioni popolari, la tutela e la salvaguardia dei patrimoni storico-artistici, architettonici, culturali e ambientali. Si intende offrire anche una maggiore visibilita' a tutte le realta' presenti che intendano promuovere la propria attivita' attraverso eventi di intrattenimento, valorizzazione e cultura

Territorio

Arrivando da Sarnico, dopo il centro turistico Eurovil, si trova la chiesetta di San Giorgio, dove alcuni recenti interventi di ripristino hanno evidenziato le caratteristiche architettoniche medievali del piccolo edificio. Proseguendo per circa un chilometro si giunge nel centro del paese, posto su un declivio tra lago e collina, formato dai sedimenti del torrente Rino, che qui trova sfogo nel lago d'Iseo. Nell'ariosa piazza sorge il municipio, affiancato a sinistra dalla storica fontana dell'anno 1709 e dall'olmo a cui un tempo era intitolata la piazza; mentre sulla destra e' doveroso annoverare la Chiesa Parrocchiale Arcipresbiterale Plebana intitolata a San Giovanni Battista e Sacro Cuore di Gesu', edificata nel 1909 su progetto del prof. Giovanni Barboglio. All'interno spicca un pregevole dipinto della Madonna con San Felice da Cantalice di Francesco Zucco (XVII secolo). L'organo a doppia tastiera, provvisto di ben 19 registri, e' stato commissionato alla ditta Marzoli e Rossi di Varese nel 1925, ma necessita di un intervento di restauro. L'attiguo campanile di metri 45 d'altezza, ultimato nel 1921, vanta un magnifico concerto di 8 campane in tonalita' Do3 grave lombardo, fuso nel 1950 dalla premiata fonderia pontificia Angelo Ottolina di Bergamo per un peso complessivo di 60 quintali, di cui 18,64 quintali la campana maggiore. Poco resta del fascino che l'ex chiesa arcipresbiteriale suscitava in origine: venne eretta prima dell'anno 1000 nell'antico borgo a lago di Predore, e nel corso dei secoli subi' molteplici trasformazioni che ne compromisero la struttura altomedioevale. La facciata orientata verso il lago e' semplice nella forma, la pianta e' ad unica navata di stile barocco, la copertura attuale e' a capriate e sostituisce la volta che e' crollata per via del periodo di abbandono che ha subito, ora e' interessata da un intervento di riqualificazione atto a renderla idonea come auditorium civico. In riva al lago, all'interno della pregevole villa Lanza si trova la Torre Dimezzata del XII secolo, che faceva parte della fortificazione di Predore. Le credenze popolari raccontano di due fratelli, l'uno guelfo e l'altro ghibellino, venuti a contesa e che vollero uno lasciare in piedi, e l'altro abbattere la torre. In realta' non e' certo cosa sia stato a provocare il crollo del mastio. L'altro centro storico arroccato a monte della strada rivierasca conserva alcuni resti dell'antico borgo fortificato e del castello medievale; caratteristiche sono invece le strette viuzze che si articolano in ripido pendio fino ai margini piu' elevati del nucleo abitato. A nord del paese, in una stupenda posizione a mezza montagna sorge il Santuario della Madonna della Neve, edificato nel XV secolo; esso subi' in successione profonde trasformazioni ed ampliamenti. Il Santuario e' accessibile per una strada particolarmente ripida, o a piedi per una scalinata di ben 288 gradini. Ottimo da qui il panorama sul lago e sulla riserva ambientale delle Torbiere di Iseo. Nella parte orientale del comune sorge il cosiddetto Corno di Predore, area di grande interesse scientifico e naturalistico

PROMOTORE TERRITORIO PROLOCO EVENTI PREDORE si trova vicino a Tavernola bergamasca Monte isola Luzzana