Please, enable JavaScript on your browser
dolomiti bellunesi a longarone - veneto
Promotions found !
Look in the InfoTurismoItalia home page

 panorama montano DOLOMITI BELLUNESI

panorama montano
DOLOMITI BELLUNESI

DOLOMITI BELLUNESI

Dal 2009 hanno ottenuto il riconoscimento UNESCO di Patrimonio dell'Umanita': le Dolomiti bellunesi sono le montagne piu' belle del mondo e vi aspettano per una vacanza da sogno. Qui l'estate e' tutta un'esplosione di colori e di vitalita': il verde smeraldo dei pascoli e quello piu' intenso di boschi e abetaie, l'azzurro del cielo limpido e l'arcobaleno delle fioriture, il rosso intenso che accende le vette al tramonto, fenomeno unico e straordinario dovuto alla peculiare composizione delle rocce dolomitiche. Uno scenario che solo queste montagne sanno regalare e che risveglia la voglia di vivere all'aria aperta. Le Dolomiti d'estate sono il paradiso degli sportivi: dal trekking all'alpinismo, dall'equitazione alla mountain bike e alle tranquille passeggiate in mezzo alla natura, le possibilita' sono davvero tante. Gli amanti dell'alta quota potranno confrontarsi con i titani che hanno segnato la storia dell'alpinismo mondiale: Tre Cime di Lavaredo, Marmolada, Tofane, Antelao, Pelmo, Civetta, Cinque Torri. Esperienze mozzafiato regalano anche le otto Alte Vie delle Dolomiti, splendidi itinerari panoramici ad un passo dalle nuvole. E ancora wind surf (il lago di S. Croce e' meta degli appassionati di tutta Europa), escursionismo nei parchi (Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi e Parco Naturale Regionale delle Dolomiti D'Ampezzo) e sport estremi come il rafting, parapendio e volo a vela. Ma le Dolomiti sono anche luoghi ricchi di cultura, arte e tradizioni. L'elegante e mondana Cortina D'Ampezzo; la Valle di Zoldo, costellata di preziose chiesette e case signorili; il Cadore, terra di storia e arte con la splendida Pieve di Cadore dove nacque il grande pittore Tiziano; il verde Comelico territorio diviso in due aree ricche di seduzioni: la Val Comelico, realta' ladina, e Sappada, isola germanofona